Il testo della canzone Una faccia in prestito (1995)

(Paolo Conte)
Con una faccia imprestata
Da un altro, che - se ti fa comodo
D altra parte vorresti la tua
Da offrire a quel pubblico,
Che ti guarda come a Carnevale
Si guarda una maschera,
Ma intanto sa che tu
Non sei cos

Perch la faccia che avevi
Una volta rimasta stampata qui
Nei tuoi modi di fare, nel tuo
Palpitare e distinguerti,
Nella vecchia passione,
Nella tentazione di essere,
Non piangere, coglione, ridi e vai

Ho nostalgia di un golf,
Un dolcissimo golf di lana blu,
Cera dentro un ingenuo
Incantato da un artista fortissimo,
Stavi dietro le quinte, ingolfato
Di swing e di lacrime,
Non piangere, coglione, ridi e vai

Versioni ufficiali

Una faccia in prestito (Album, 1995)
Posizione: 9
Durata: 3:19
La stessa versione anche in:
  • Gong-oh (Raccolta, 2011 - #12)