As letras da canção Argentina (2014)

(Paolo Conte)
È tutto grande in Argentina
malinconia
ne abbiam frustate scarpe a Buenos Aires
il cielo riservato agli emigranti
è bianco e sembra sempre di mattina
ma è meglio non pensarci più
Che poi arriva il pomeriggio
le luci gialle
che tutti fan baccano giù nel porto
e i bastimenti gridano: "Partiamo"
davanti a un mare enorme americano
che sciacqua un sogno vecchio ormai

Argentina, Argentina, Argentina

Suona una banda in Argentina
sotto la luna
la prima notte mi ricordo ancora
una donna india con la faccia bruna
ci guarda e te lo giuro mai nessuna
fu tanto amata come lei
amata dai nostri occhi stanchi
e dal silenzio
con cui fu riverita, oh strani amanti
che avevi li davanti arrampicati
in cima a un'avventura, a un'Argentina
ma è meglio non pensarci più

Argentina, Argentina, Argentina

Versões oficiais

Snob (Álbun, 2014)
Posição no disco: 3
Duração: 3:28